Indica una terapia che utilizza il calore, utilizzando apparecchiature che producono un aumento della temperatura nei distretti trattati con conseguente vasodilatazione del letto circolatorio, aumento della quantità di ossigeno nei tessuti, aumento del metabolismo e dell’eliminazione delle scorie cataboliche. L’effetto è sia analgesico che miorilassante.

Raggi infrarossi

raggi_infrarossi

Apparecchio che emette radiazioni elettromagnetiche con maggiore lunghezza d’onda. La sorgente è costituita da lampada a filamento di carbone o tungsteno di gas inerte.
Indicazioni terapeutiche: artriti, reumatismi, lombaggini, mialgie cervicali, contratture muscolari, turbe trofiche cutanee, distorsioni, preparazione a una seduta di chinesiterapia.
Durata della terapia: 10 sedute di 15 minuti.
Precauzioni: proteggere gli occhi durante il trattamento (se viene eseguito frontalmente), evitare di esporsi a basse temperature subito dopo. Coprire il capo del paziente ponendo un piccolo asciugamano.
Controindicazioni: processi infiammatori in fase acuta, cautela in soggetti cardiopatici.

 

Raggi ultravioletti

Apparecchio che emette radiazioni elettromagnetiche con minore lunghezza d’onda.
Indicazioni terapeutiche: cura di osteoporosi, azione antirachitica mediante produzione della vitamina D, trattamento delle fratture.
Durata della terapia: 10 sedute da 1 a 5 minuti.
Precauzioni: proteggere gli occhi durante il trattamento (se viene eseguito frontalmente), evitare di esporsi a basse temperature subito dopo. Coprire il capo del paziente ponendo un piccolo asciugamano.
Controindicazioni: diabete, malattie e/o dermatiti infettive in fase acuta.

 

Radarterapia

radar_terapiaApparecchio che emette microonde elettromagnetiche. Tali microonde provocano aumenti termici all’interno dei tessuti potendo raggiungere una profondità massima di penetrazione di circa 3 cm.
Indicazioni terapeutiche: artropatie post-traumatiche, fibrosi, borsiti, tendiniti, esiti di contusioni e algie muscolari.
Durata della terapia: 10 sedute di 15 minuti.
Precauzioni: proteggere gli occhi durante il trattamento (se viene eseguito frontalmente), evitare di esporsi a basse temperature subito dopo.
Controindicazioni: processi infiammatori acuti, grave decadimento generale, scompensi cardiaci e respiratori, presenza di emorragie, ipertensione, endoprotesi, protesi metalliche, spirali, portatori di pace-maker, portatori di apparecchi acustici, epilessia, in presenza di stati febbrili, donne in gravidanza o durante il ciclo mestruale.

 

Paraffinoterapia

paraffinoterapiaLa paraffinoterapia svolge una spiccata azione antiedemigena; inoltre, attraverso il riscaldamento dei tessuti, determina l’attenuazione della sintomatologia dolorosa e il rilassamento dei muscoli contratti.
Indicazioni terapeutiche: nelle forme artrosiche degenerative e nelle rigidità articolari delle mani, in fase subacuta o cronica.
Durata della terapia: 10 sedute di 20 minuti.
Precauzioni: le mani devono essere ben deterse prima di immergerle nelle vaschette di paraffina.
Controindicazioni: ferite aperte, problemi cardiaci, varie forme di edematosi.